Manager Veg

Manager Veg

Manager e alimentazione, perché l’associazione tra queste due parole?

Tutto è partito da una chiacchierata sull’importanza di avere alte energie personali per avere un’ottima qualità di vita, sia a casa che al lavoro. Più proseguiva la conversazione più mi rendevo conto che la persona che avevo di fronte aveva fatto con consapevolezza delle scelte di vita importanti riguardo all’alimentazione.

Mi ha incuriosita e gli ho chiesto di mettere a disposizione un po’ delle informazioni che ha sperimentato su di sé. Il risultato è che Mark Ballarin (primo ospite di questo blog!) ci racconta un po’ di dati utili per aumentare la propria energia, vitalità e salute.

.

Esiste un modo per avere più energia, focus nei propri progetti, più vitalità, salute, miglioramento dell’umore e degli stati d’animo?

Si, esiste un metodo per tutto questo!!!
Se è vero che siamo il risultato di ciò che mangiamo e pensiamo, possiamo portare notevoli
cambiamenti alla nostra salute utilizzando una corretta alimentazione.
Ma quale? La migliore in assoluto con dati scientifici e oggettivi alla mano:
LA DIETA CRUDISTA VEGANA (RAW FOOD).
Ovvero la dieta alla base e all’origine dell’essere umano.

E quindi dovrò magiare tutto crudo e per di più vegano? Cosa significa quindi: solo erba (come mi dice spesso mia nonna :-))? la risposta è un secco: NO, molto ma molto di più.
Ma andiamo per gradi: SEGUITEMI!!!

In passato, se poteva esistere una persona scettica e repulsiva nei confronti del vegetarianismo, beh… quella persona ero proprio io, figlio di un macellatore industriale da sette generazioni e cresciuto nella più integrale dieta onnivora abbondante di carne e salumi per consuetudine di famiglia.

La storia inizia cosi: un giorno, mentre mi annoiavo in interfacoltà di medicina veterinaria all’università di Padova, tra uno studio e l’altro, curioso instancabile e scettico per natura, decisi di approfondire l’alimentazione umana e l’impatto che i cibi hanno sulla nostra Salute, non solo fisica ma anche emozionale e spirituale.

Premetto che non sono un medico e nemmeno ho la presunzione di esserlo, non sono nemmeno un dietologo (Dio me ne salvi) e nemmeno come va di moda dire ai giorni nostri nel mondo di internet, un guru. Sono un autodidatta appassionato di alimentazione e che sperimenta in primis con qualsiasi mezzo e modo tutto quello che racconta e non mi ci è voluto molto a capire che nel millennio dell’informazione viviamo nella più completa disinformazione!!!

Così dopo anni e anni di sperimentazione dalla contemporanea e ben venduta paleo diet alla dieta a zona, dalla dukan alla macrobiotica, e dopo svariati digiuni prolungati
eccomi qui un CRUDISTA VEGANO D.O.C.G. :-)!!!

Volendo entrare subito nei termini scientifici per chiarire dubbi e perplessità e semplificando il più possibile, ecco alcune facili definizioni:

VEGETARIANO:  umanoide simpatico, che non si nutre di carne e pesce ma dei suoi derivati (latte, formaggi, uova) e prevede l’utilizzo di vegetali: cerali, legumi, frutta e verdura.

VEGANOumanoide molto simpatico ed evoluto che non si nutre ne di carne né di pesce e nemmeno dei suoi derivati (latte, uova, formaggi, miele). Mangia tutti i vegetali, la frutta, i cereali e la frutta secca.

CRUDISTA VEGANO:  Santone illuminato :-) che si nutre come il vegano o quasi (introducendo anche semi oleosi e germogli) con una differenza: NON CUOCE I CIBI e se lo fa per svariate ragioni non fa superare i 35° gradi alla cottura.

Se anche tu come me, vuoi dormire meno ore (quando il fisico non deve utilizzare energie per disgregare e digerire i cibi complessi 4-5 ore sono più che sufficienti), non sentire mai più il senso di pesantezza allo stomaco con conseguente pennichella post-pranzo,
essere focalizzato totalmente nelle tue mansioni, migliorare le capacita della tua mente (e la
storia ce lo dimostra (http://www.youtube.com/watch?v=rCZKz-BZtW8 )) raggiungere alti livelli di energia,forza e resistenza,(http://www.youtube.com/watch?v=6sBw0cBWX30 ) migliorare la circolazione sanguigna, i rapporti sessuali e la linea: leggi il Crudo è Servito,  scritto dal noto Dott.Giuseppe Cocca con Lucia Giovannini, trainer e tra le portavoce di questa alimentazione in Italia. Qui troverai spiegazioni scientifiche non solo sul perché mangiare crudista sia la cosa migliore, ma anche tutta la storia dell’evoluzione umana e un sacco di ricette.

Per chiarire dubbi e perplessità sull’uso o meno di proteine animali come integrarle con una dieta vegana e avere i giusti apporti nutritivi leggi: The China Study, studio condotto dal Prof.Campbell di Harward university per piu di 50 anni in collaborazione con l’altra parte del globo:la Cina, spiega nel dettaglio la correlazione tra alimentazione e malattie. The China Study denuncia anche la disinformazione alimentare prodotta da potenti lobby, enti governativi e scienziati. Si tratta dello studio più completo e affidabile sul rapporto tra la dieta e il rischio di sviluppare malattie come: cancro, diabete, tumori al colon, patologie cardiovascolari, colesterolo in eccesso, allergie (le mie allergie primaverili che tanto mi tormentavano sono scomparse con il cambio di alimentazione), intolleranze alimentari, osteoporosi.

Senza parlare poi di malattie come Parkinson e Alzheimer: il medico dietista dr.ssa Luciana Baroni si occupa di diagnosi e trattamento di malattie neuro-degenerative all’ospedale di Mestre (VE) ed è portavoce in Italia per il veganismo e presidente della società scientifica di nutrizione vegetariana  che ha scritto il libro Veg piramid,

Quello che voglio trasmettere attraverso questo articolo è la possibilità di uscire dalle informazioni dei media tradizionali (TV, quotidiani), capire che ci sono altre alternative per il nostro benessere e la nostra evoluzione e crescita, sia nostra che di chi ci circonda, senza entrare nei termini di etica ed ecologia perché si aprirebbe tutto un altro argomento!!!

Tanto per fartela semplice:

  • elimina dalla tua alimentazione carne, pesce e latticini
  • evita caffè e zuccheri raffinati e alcool
  • prediligi i cibi crudi: frutta,centrifughe, frutta secca, semi oleosi e verdura in abbondanza
  • utilizza farine integrali, pasta di kamut e farro, riso integrale.

Se vuoi spunti e approfondimenti sul veganismo visita: Veggie Channelricette vegane e crudiste.

Se qualcuno mai dovesse discutere sulle tue scelte informalo a sua volta perché anche io come te sono stato da entrambe le sponde e capisco perfettamente cosa
significhi. La nostra salute viene prima dei commenti di amici e parenti!!! :-)

Prova per 30 giorni, una volta visti gli immensi benefici, non tornerai più indietro!!!”

Grazie Mark per il bellissimo post :-)

 

Tags: // //

19 Comments

  • Andrea Sinesi says:

    6 ottobre 2012 at 09:30

    Grande!! :)

    • Mark says:

      6 ottobre 2012 at 10:40

      grazie Andera…

  • Alessandro says:

    6 ottobre 2012 at 10:37

    Ciao a tutti! Mi chiamo Alessandro, ho 26 anni e sono vegetariano (tendenzialmente vegano) da almeno 3 anni! Da sempre mi interessavo di libera informazione su internet e notavo che sempre più persone passavano alla scelta vegetariana. Le mie motivazioni fondamentalmente sono state etiche e spirituali, ma di conseguenza ho notato con gran piacere che anche il mio fisico ne giovava e i problemi intestinali che ho avuto fin da piccolo se ne erano andati per sempre.
    Le difficoltà a far questa scelta sono sempre minori, per esempio per uno come me che gira molto, tempo fa era difficile trovare qualcosa da mangiare nei bar, ma ho notato che anche le attività si stanno adattando ad un numero sempre maggiore di clientela veg.
    Un consiglio che voglio dare a chi magari vorrebbe provare ma è abbastanza radicato nelle sue abitudini è di avere un minimo di buona volontà per un paio di settimane…
    Vedrete che poi non tornerete più indietro!

    • Mark says:

      6 ottobre 2012 at 10:42

      concordo Alessandro, una volta che il fisico si è disintossicato e trae giovamento ed energia, difficilmente poi si torna indietro….

  • Laura says:

    7 ottobre 2012 at 19:42

    Ciao a tutti! Ormai ho 31 e sono stata una delle prime persone nella provincia di Padova che alla tenera età di 16 si è avvicinata in maniera del tutto autodidatta ad una alimentazione vegetariana, per motivi etici. Per anni mi sono sentita una mosca bianca e ho anche commesso molti errori alimentari, abusando di latticini per “compensare” una possibile carenza di proteine animali. Nulla di più sbagliato! Ero sempre stanca, con problemi di sinusite e naso sempre chiuso. Poi anni fa ho trovato un medico “illuminato” che mi ha consigliato di eliminare tutti i latticini…ragazzi, da qui c’è stato veramente il salto di qualità! Sono 7 anni che non prendo un antibiotico, mi sento molto bene fisicamente e ho molte energie(frequento quasi esclusivamente gente più giovane di me anche per questo motivo). Conosco Mark di persona ed è veramente una persona speciale! Provare per credere. Ps. come ha osservato Alessandro nel suo post, io che osservo e sperimento su di me il mangiare fuori da molti anni, non posso che dargli atto: è sempre + facile poter trovare cibi veg anche nei bar e ormai non siamo più guardati male o giudicati degli squilibrati come poteva essere una decina di anni fa!

    • Mark says:

      9 ottobre 2012 at 07:15

      grazie per il complimento Laura…
      sicuramente eliminando anche i latticini hai potuto fare un enorme salto di qualità,non solo in termini di energia e vitalità ma anche di salute, tanto per fare alcuni esempi: http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il_mal_di_latte.php

      ce ne sono moltissimi libri in commercio che parlano delle gravi contro indicazioni dovute al consumo di latte e derivati… gli unici a non parlarne solo i media tradizionali!!! Percaso, c’ è qualche interesse, da parte di industrie farmceutiche e sanità di tenerci all’oscuro?!!! lascio a voi la risposta…

  • admin says:

    7 ottobre 2012 at 21:23

    Grazie a tutti per i commenti e complimenti per la determinazione e il buon esempio che riuscite a dare!
    Silvia

  • Petra says:

    8 ottobre 2012 at 18:43

    Devo dire che grazie all’entusiasmo di mio fratello (l’autore di questo articolo) anch’io ho iniziato a documentarmi su come alimentarmi… Il mio primo libro e’ stato proprio the china study, continuando poi (visto che sono diventata mamma) con l’alimentazione naturale per il bambino ed ora con Raw Food-mangiar crudo per vivere sani… e contro tutto quello che continuano a dire i pediatri mio figlio di un anno e mezzo beve latte di soia e a sentir loro dovrebbe avere chissa’ che problemi o malattie…. Invece stranamente è ancora sano come un “pesce”…..

    • Mark says:

      9 ottobre 2012 at 06:53

      frazie per l’entusiamo… Ora Avanti tutta Sorella :-)

  • Francesca says:

    9 ottobre 2012 at 09:19

    Ti vogliamo vegetariana Petra!! :D
    Devo ringraziare Mark perchè mi ci ha fatta diventare spiegandomi tantissime cose che non sapevo ;)

    • Francesca says:

      9 ottobre 2012 at 10:45

      io posso averti dato degli spunti Francesca, il resto l’hai fatto da te…

  • Osvaldo says:

    9 ottobre 2012 at 11:27

    Bell’articolo Mark complimenti…

    • Mark says:

      9 ottobre 2012 at 16:21

      Grazie Osvaldo :-) spero ti possa essere utile per prendere spunti…

  • Roberta says:

    12 ottobre 2012 at 14:02

    Ho scelto di diventare, dapprima vegetariana, e poco dopo vegana, inizialmente, per motivi etici. Ben presto, però, mi sono resa conto che grazie a questa scelta avrei rivoluzionato completamente il mio modo di vivere, di alimentarmi e di prendermi cura di me stessa. Dopo anni e anni passati a lottare con l’ago della bilancia, a causa di un’infanzia fatta di diete iperproteiche che hanno completamente stravolto il mio metabolismo, grazie all’alimentazione vegana sto trovando il mio equilibrio. Ho eliminato tutto ciò che può intossicare il nostro fisico, partendo, appunto, dagli alimenti di origine animale, ho imparato a prendermi cura di me stessa e della mia salute, oltre ad aver già perso circa 13 kg, senza privarmi dei piaceri della tavola. Si, perchè diventare vegani non significa privarsi di qualcosa o fare sacrifici alimentari, per me significa trovare un’energia incredibile, stare bene, buttare ogni medicinale, non avere più lo “stomaco pesante”, non sentire più la sonnolenza dopo i pasti e perchè no concedermi anche qualche dolce, ovviamente in versione veg!
    Penso che ognuno di noi dovrebbe riflettere e chiedersi se vuole vivere, crescere ed invecchiare in maniera sana, prevenendo diabete, colesterolo alto, problemi al cuore e altre malattie invalidanti..se la risposta è sì, allora passate a veg!!

    • Mark says:

      12 ottobre 2012 at 21:45

      grazie per la testimonianza Roberta… si possono davvero fare salti incredibili di salute ed energia senza privarsi di un alimentazione più che soddisfacente, gustosa e 100% veg…

      • Roberta says:

        12 ottobre 2012 at 22:56

        Purtroppo, spesso, non capiamo che l’alimentazione è fondamentale per prevenire tutta una serie di malattie, dalle più banali a quelle più gravi..siamo stati abituati ad avere il medicinale pronto per qualsiasi cosa..le malattie, però, hanno sempre una causa e un’alimentazione corretta può prevenirne e curarne almeno il 90 %! E’ logico che fa più comodo non diffondere questo tipo di informazioni, ma per fortuna ci sono sempre più persone che approfondiscono e diffondono la propria esperienza aiutando altri a fare il cambiamento!

  • Stefano V says:

    1 marzo 2013 at 09:08

    Un Manager deve essere una persona che tra le tante ha una visione più ampia, una visione d’insieme che mira a sfruttare la conoscenza che acquisisce assieme a una solida esperienza per migliorare l’intero sistema azienda.
    è vitale quindi il rapporto con gli altri ma ancora più cosa trasmette tale figura.

    Un figura quindi vegan, uscita dagli schemi prediligendo una sana informazione che ha portato a un radicale cambiamento della sua vita mostrando a tutti che, solo uscendo da un sistema consumista basato su una disinformazione di massa, si può vivere meglio, più in armonia con ciò che ci circonda e in pace con se stessi ottenendo risultati migliori in quanto si ha una mente più libera, un corpo più sano e un impatto sul mondo di gran lunga inferiore.

    Detto ciò, io sono da sempre convinto che le persone si distinguano per la consapevolezza che hanno di ciò che le circonda e che il modello della persona specializzata esclusivamente nel suo campo ma profondamente ignorante in tutti gli altri sia superato e da superare al contempo, ben vengano sempre più Mark in un mondo che ne ha un estremo bisogno, sia per fattori numerici (riguardanti ad esempio fame nel mondo e inquinamento) sia per migliorare un sistema sempre più egoista che eleva in un lusso spropositato pochi a DANNO di troppi.

    Bellissimo e illuminante articolo!

    • Stefano V says:

      1 marzo 2013 at 09:09

      P.s.
      Io sono Vegan da molti anni, il cambiamento nella mia vita è stato radicale fin da subito trasformandomi nella classica persona senza ideali, che è passata da una vita senza obbiettivi (con il rischio di crollare quindi da un giorno all’altro) a una vita piena, bellissima e infinitamente più producente!

      • admin says:

        1 marzo 2013 at 11:02

        Grazie per la tua condivisione, c’è bisogno anche di più Stefani con vite piene, bellissime e infinitamente più producenti.

        Silvia

Leave a reply

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *